• Alfa Romeo Giulietta Spider

ASTA

AUTO CLASSICHE & YOUNGTIMER

23 NOVEMBRE 2019
Milano AutoClassica Fiera Milano Rho

Alfa Romeo Giulietta Spider 1960

Soli 60.000 Km
Rosso Alfa Romeo con interni in pelle colore nero e rosso
L’autovettura è stata restaurata

Stima € 64.000 – 76.000

Durante il boom economico e grazie all’arrivo della televisione si inizia a sognare le agiatezze della vita di Hollywood. In questo clima, l’importatore Alfa Romeo degli USA Max Hoffman, chiede alla casa automobilistica di produrre una decapottabile compatta, così da riuscire a conquistare anche il pubblico americano.
In breve tempo fu indetto un concorso, durante il quale vennero proposti dei prototipi ad a opera di Bertone e di Pininfarina. Ma fu Pininfarina, guidato da Franco Martinengo, a vincere questa sfida.

La “Giulietta Spider” monta un motore a quattro cilindri in linea longitudinale da 1.290 cm³ di cilindrata erogante 65 CV di potenza (80 CV dal 1958), che permette alla vettura di raggiungere la velocità massima di 155 km/h (165 dal 1958). Il basamento è in lega leggera con canne dei cilindri riportate in ghisa. La testata era in lega leggera, con candela al centro della camera di scoppio.

L’alimentazione comprende un carburatore Solex, distribuzione con due valvole per cilindro, disposte a V, comandate da due alberi a camme in testa con azionamento a catena. La trazione è posteriore. I freni sono a tamburo sulle quattro ruote. Le sospensioni anteriori sono a ruote indipendenti, con quadrilateri deformabili, molle elicoidali, ammortizzatori idraulici telescopici e barra antirollio; quelle posteriori sono a ponte rigido, guidato da bracci longitudinali e triangolo di reazione, sempre con molle elicoidali e ammortizzatori idraulici telescopici.

Venne prodotta a partire dal 1955 ed ebbe subito un enorme successo internazionale. Le finiture erano molto accurate. Nel 1959 produssero un restyling con un pianale allungato di 5 cm. Catarifrangenti di forma rotonda, posizionati sotto i fari posteriori. Il motore adesso aveva una potenza di 80 CV. Anche gli interni avevano subito qualche modifica, come il sedile del passeggero che adesso poteva essere regolato e un comodo porta oggetti che in questa nuova versione aveva lo sportello.

Questo magnifico esemplare del 1960, in colore originale, è stata oggetto di un restauro sia dal punto di vista della carrozzeria dove non si può non notare l’attenzione con cui il proprietario abbia curato le ormai celebri criticità del modello, sia del motore nella meccanica e nella componentistica, e dulcis in fundo anche nei suoi interni che sono stati rifatti cercando di mantenere ove possibile alcune parti originali dell’epoca seguendo scrupolosamente le specifiche originali della casa
Questa splendida spider mostra orgogliosa sul suo contachilometri originale che riporta 60.000km.

(fonte WANNENES)

ASTA

CLASSIC & SPORTS CARS

23 NOVEMBRE 2019

ore 15:00
Milano AutoClassica, Fiera Milano Rho